• -20%

Klosterbrauerei Weissenohe Birra Scura BONATOR Doppelbock - 50 cl

5401587
€2.60
€2.08 Save 20%

Ricca di note caramellate e tostate con una piacevolissima speziatura finale......

Quantity

Una storia millenaria di orzi, di luppoli, di lieviti e, ovviamente, d’acqua. E’ quella della Klosterbrauerei (ovvero birrificio monastico) Weissenohe, toponimo che significa luogo del ruscello bianco, alludendo alle qualità del vicino torrente Kalkack, il cui corso, che scaturisce da una fonte ricca di sali minerali, forniva la materia prima idrica per le attività di brassaggio praticate da una comunità di benedettini, insediata nella locale abbazia di San Bonifacio, fondata, stando ai riferimenti documentali, addirittura nel 1050. Dove? Ma proprio a Weissenohe, comune in Alta Franconia, nella cui cornice quella storia continua ancor oggi, pur in forme diverse. Nel 1803, coerentemente con le politiche di confisca e secolarizzazione di beni ecclesiastici condotta durante il periodo napoleonico, anche questo complesso (a eccezione della piccola chiesetta) venne requisito e avviato a un destino diverso da quello avuto fino ad allora, per essere rilevato, nel 1827, dalla famiglia Winkler, i cui eredi sono tuttora al timone, con la quinta generazione di birrai e imprenditori, rappresentata, al vertice, da Urban e dalla moglie Katharina. Rispettosa del prezioso cordone ombelicale che la lega al proprio passato, la compagnia non ha cessato di utilizzare l’acqua locale, attingendola non più al Kalkack, ma direttamente alle profindità delle falde acquifere sotterranee, attraverso due pozzi di proprietà. 

La Doppelbock è una specialità bavarese che fu prodotta per la prima volta dai monaci di San Francesco da Paola. 

I monaci che per primi produssero una Doppelbock, chiamarono la loro birra "Salvator", marchio oggi di proprietà della Paulaner. In omaggio al prodotto originale, è tradizione che i mastri birrai diano alle loro Doppelbock un nome che finisce in "-ator".

“Bock” in tedesco significa caprone, e per questo molte marche hanno delle immagini di questi animali sulle etichette delle bottiglie. 

“Il liquido non rompe il digiuno”. Questo si dicevano i monaci quando, durante il lungo digiuno quaresimale, si concedevano qualche bevuta di queste forti birre scure. 

Ancora oggi a Weissenohe si continua questa tradizione, producendo durante i freddi mesi invernali, fino a Pasqua questa intensa e maltata Doppelbock, ricca di note caramellate e tostate con una piacevolissima speziatura finale. 

AbbinamentiFormaggi Erborinati, Formaggi Saporiti, Carne rossa di lunga cottura

5401587

Data sheet

regione
Germania
Gradazione Alcolica
8.2%
Uvaggio
Acqua di sorgente, malto d'orzo, luppolo, lievito
Weight
50 cl
Note
Importata da Squillari

Specific References

chat Comments (0)
No customer reviews for the moment.