Pasticceria Priano PANDOLCE Fichi e Noci 1 kg

1301028
20,00 €
IVA inclusa
Quantità

La storia del Panificio Pasticceria Priano inizia nel 1964, quando i fratelli Giuseppe, Franco ed Angelo decidono di rilevare dalla famiglia Bruzzone la gestione della "bottega" in via Camozzini 69r. di Dagnino Simone, detto "Scimunin", uno dei padri della tipica focaccia di Voltri. La gestione dura circa un decennio, poi i tre fratelli rilevano del tutto l'attività aprendo anche un altro punto vendita nei locali di via Camozzini 76r., dove inizia a lavorare anche la sorella Maria. 

Oltre a continuare la tradizione della tipica focaccia di Voltri, Franco, pasticcere a Genova dall'età di 14 anni, insegna ai suoi fratelli l'arte per una produzione dolciaria genuina e di qualità. Nel 1997 i locali di via Camozzini 69r. vengono ampliati e ristrutturati. Nel 2003 Stefano, Bruno e Katia, figli di Giuseppe, rilevano i locali di via Camozzini 76r., fondando la Priano Stefano, Bruno e Katia s.n.c.. Nel 2008 aprono ai visitatori di tutto il mondo il sito Internet della loro attività. 

La pasticceria è una parte dell'arte culinaria, che ha il grande pregio di solleticare tutti i nostri cinque sensi. Il gioco continuo di profumi, sapori, consistenze ed abbinamenti cromatici la rendono davvero universale per le sensazioni che può suscitare. La buona riuscita di tutti i tipi di dolci deriva da molti fattori, come la conoscenza, la tecnica, le attrezzature e altro ancora. Però l'unico ingrediente "segreto" è la passione con la quale i 3 fratelli preparano tutti i loro prodotti golosi. 

La base principale per realizzare dei dolci lievitati come il panettone, colomba o babà è costituita da un impasto formato da farina, lievito, acqua. Questo impasto di base può essere arricchito con burro, olio o latte per diventare una base arricchita. La prima base è solitamente il punto di partenza per la panificazione, la seconda, arricchita, è la base di partenza per la produzione di dolci. L’esempio più conosciuto è il panettone impastato e lievitato per tre volte e poi negli stampi di cottura avviene l’ultima lievitazione prima della cottura. Questa pasta ottenuta è delicata e sensibile agli urti e al calore. Oggi grazie ai macchinari è possibile controllare i parametri di calore ed umidità fino a bloccare la lievitazione con il freddo. In casa basterà coprire l’impasto con un panno umido e crearsi una piccola camera di lievitazione con temperatura favorevole per il procedimento. 

Il pandolce genovese o semplicemente pandolce (in ligure pandöçe o pan döçe, nel sanremese pan du bambin), spesso detto anche panettone genovese, è un prodotto tipico soprattutto del Genovesato, ma anche del resto della Liguria. 

È un dolce comune durante le festività natalizie: di forma circolare ne esistono due versioni "alto" e "basso", secondo la tradizione ne va tenuta da parte una fetta per i poveri e una per il giorno di San Biagio, il 3 febbraio. Storicamente la prima versione è stata la "alta", lievitata naturalmente e con tempi di preparazione molto lunghi, ma oggi esiste anche la versione "bassa" più veloce da preparare. 

 Lo sfizioso Pandolce Fichi e Noci contiene i seguenti ingredienti: Farina 00, zucchero, uova, burro, fichi secchi, noci, lievito in polvere, vaniglia.

Priano
1301028

Scheda tecnica

regione
Liguria
Peso
1 kg
Nuovo prodotto